Stole

Dal latino Stola , veste profilata da una fascia, tipica delle matrone romane. L'uso della stola nella liturgia si può far risalire in modo ufficiale all'età franca, ma già alcune prescrizioni liturgiche del VI sec. d.C. ne fanno menzione.


La stola è una lunga striscia di stoffa, dello stesso tessuto con cui è confezionata la pianeta/casula , va indossata, appoggiandola sulle spalle a mo' di sciarpa, sul camice, prima della pianeta/casula . In genere al centro della stola vie è una croce, punto da baciare prima di indossarla, come prescriveva il Cerimoniale dei Vescovi dopo il Concilio di Trento.

 

La stola viene indossata non solamente per la celebrazione eucaristica, ma anche per il Battesimo, la Confessione, l'Estrema Unzione, durante riti processionali e in tutti gli altri sacramentali. Anche i diaconi indossano la stola nelle celebrazioni liturgiche, ma traversalmente dalla spalla sinistra al fianco destro.

 

Significato simbolico come è riportato in diverse preghiere : segno di grazia salvifica; giustizia e fortezza; segno di sottomissione all'autorità divina.

Share by: